Nadia Simonato

Lo stretching. Che cos'è? A chi può essere utile?

Sempre più persone accusano  dolori al collo (cervicale) e/o alla bassa schiena (zona lombare). Spesso la causa di questi dolori è una postura errata e  troppa tensione in specifici muscoli.  Spesso e volentieri queste due situazioni vanno a braccetto e per questo, quasi sempre è consigliato fare degli  esercizi di stretching.
E una particolare tecnica di ginnastica che ha come obiettivo l’incremento dell’estensibilità di muscoli e tendini.
To “stretch” tradotto dall’ inglese dell’italiano  è ”allungare”.
Tutti dovrebbero praticare gli esercizi di stretching; è necessario, però, differenziare la tecnica da seguire secondo le esigenze dei singoli.  E’ utile per gli sportivi ma anche per le persone tendenzialmente sedentarie.
Lo streching consiste nell’allungamento muscolare tramite posizioni di massima flessione, estensione o torsione che devono essere raggiunte lentamente per non stimolare nei muscoli antagonisti il riflesso di stiramento.
Raggiunta la posizione, va mantenuta per un tempo minimo di 10-15 secondi fino a un massimo di 30, facendo attenzione che l’estensione non vada oltre la soglia del dolore. •

Negli individui inattivi invece lo stretching contribuisce notevolmente ad evitare o a ridurre la rigidità delle articolazioni, spesso causa di dolore.
Al mattino lo stretching risveglia il corpo: i muscoli sono più distesi perché ancora liberi dalle tensioni della giornata; nelle ore serali contribuisce a rilassare la mente, ripristinando lo stato di benessere del riposo.
Ecco  alcuni  semplici   eercizi  per i più pigri direttamente distesi a letto al mattino appena svegli e/e alla sera prima di prendere sonno
Mettere i piedi a martello con le punte verso la testa, con le mani intrecciate sotto la nuca innarcare  il collo  e guardare i piedi trattenere il respiro e poi rillassare ripetere 3 volte

In ufficio seduti sulla sedia mani dietro la nucca espirando lasciar cadere la testa in avanti verso il petto tenendo la schiena bella diritta, usando il peso delle braccia stirare bene i muscoli del collo mantere la posizione per 3 respiri prondi e poi lasciare la posizione rilassando. Ascoltare gli effetti dello stiramento

Condividi

0 Commenti

  1. shiatsunaet (Autore Post)

    L’ha ribloggato su Shiatsunaet's Blog.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *